LANZAROTE spiagge, cantine, vigneti, vulcani e villaggi di pescatori

Fly & Drive unico ed emozionante


  • lanzarote1a
  • lanzarote1
  • Lanzarote montagna rossa timanfaya lanzarote
  • El Golfo3
  • Lanzarote vigneti
  • Famara1
  • Lanarote El risco
  • Graciosa1

Alla scoperta di un'isola unica, tra il vento salato che profuma di Oceano, un’ aperitivo al tramonto gustando la cucina a base di pesce, camminando tra vulcani, spiagge e i vigneti nelle cantine della Geria patrimonio dell’umanità.




Quì l'energia si trova in ogni elemento, Lanzarote è una vera esperienza da provare.

Gianni Rebecchi

Consulente per viaggi di turismo attivo, vacanze selezionate ed esperienze per viaggiatori



 

 © Mantova Travel Group

  Alla scoperta di un'isola affascinante e insolita

Viaggio che si svolge in un’isola sorprendente dell'arcipelago delle Canarie. I vulcani e il mare hanno messo in evidenza paesaggi dove i colori delle recenti, ma ormai estinte eruzioni sono ancora conservati. Andremo alla scoperta del parco di Timanfaya, raggiungeremo la preziosa isola della Graciosa sino a raggiungere le spiagge dorate, andremo a piedi tra i magnifici vigneti della Geria (patrimonio Unesco) dove degusteremo vini pregiati nelle migliori cantine e scopriremo dove visse l’artista Cesar Manrique con la visita alla sua casa e alla Fondazione. 

 

 

Costruiamo il tuo viaggio su misura

volo + noleggio auto + hotel, pensioni o "case rural" su tutta l'isola in base all'itinerario, contattaci

 

Richiedi il tuo viaggio su misura

 

 

Lanzarote oltre le aspettative. Camminando tra villaggi di pescatori, cantine, vigneti, vulcani e le opere di Cesar Manrique

Il silenzio in un villaggio di pescatori, il vento salato che profuma di Oceano, un’aperitivo al tramonto gustando le ricette a base di pesce locale, camminando tra vulcani, spiagge e i vigneti nelle cantine della Geria patrimonio dell’umanità passando per le opere di un artista come Cesar Manrique.

Quì l'energia si trova in ogni elemento, Lanzarote è una vera esperienza.

Ma non solo, Lanzarote può regalare una visione, quella del suo grande Cesar Manrique, artista a livello mondiale che ebbe deciso di dedicare parte della sua vita a valorizzare la sua terra di origine. La sua arte, le sue idee, il suo pensiero ancora attuale che tracciò una linea tra uomo, ambiente arte e cultura.

 

"Per me, era il luogo più bello della Terra. E mi resi conto che, se fossero stati capaci di vederlo attraverso i miei occhi, allora l’avrebbero pensata come me”. Cesar Manrique

 

 

La visita alla sua casa e alla Fondazione lasciano il segno del genio, delle sue idee, della forza spirituale e della sua giusta visione per il futuro dell’isola tramite un corretto sviluppo turistico. Un’idea piena di valori, ma soprattutto un modello che tutti i paesi dovrebbero o avrebbero dovuto affrontare per mantenere l’equilibrio necessario tra sviluppo economico, uomo e ambiente.

 

 Grazie all’appoggio delle istituzioni, Manrique riuscì a far promulgare una ferrea tutela ambientale dell’isola in modo che gli interventi umani si armonizzassero con i paesaggi e la cultura di Lanzarote. Ovviamente la speculazione è ancora alle porte ed in qualche modo è riuscita a scalfire solo una parte dell’isola, ma è grazie a lui che l’edilizia selvaggia degli anni del boom turistico è rimasta lontana da questa isola.

 

 

Il colore di tutte le costruzioni a Lanzarote è il bianco (come da tradizione delle antiche case fatte con la calce) che contrasta con il cielo blu e lo scuro terreno vulcanico.

 

 

Consiglio di visitare veri e propri capolavori come la Fondazione C.M e la sua dimora ad Haria, ma anche luoghi come il Mirador del Rio, il Museo del Campesino, Los Jameos del Agua, il Giardino dei Cactus, il Castillo de San Josè, luoghi turistici o opere d’arte ? Rimarrete colpiti, ma soprattutto avrete in mano la chiave per aprire e comprendere l’isola ed i suoi elementi.  Clicca qui

 

 

Lanzarote riserva della Biosfera è un’isola per chi ama camminare su lunghe spiagge, andare alla scoperta di piccoli paesi di pescatori, rimanere incantati da paesaggi tra vulcani e vigneti. Il parco de “los volcanes” di Timanfaya è probabilmente uno dei luoghi unici al mondo dove rimarrete senza parole, l’area patrimonio dell’umanità de la Geria dove gli spettacolari vigneti e cantine regalano un vino di eccezionale qualità, la spiaggia di Famara,  la più lunga di tutte le Canarie dove i surfisti cavalcano le onde dell’Oceano Atlantico, lo spettacolare paesino di pescatori di El Golfo e i ristorantini sul mare di Playa Quemada, il quartiere coloniale di Teguise e la splendida isoletta de La Graciosa. Tutto questo noleggiando un’auto e giorno per giorno andare alla scoperta dell’isola.

 

 

 

Se vuoi informazioni o suggerimenti per una vacanza cosi a Lanzarote
clicca qui

 

Un consiglio enogastronomico per posizione, qualità e ricette a base di pesce fresco è dovuto: l’azzurro ristorantino a Famara, provate arrivare al tramonto, aperitivo a base di fantastico malvasia secco e sguardo verso l’Oceano, per poi degustare le ricette originali e freschissime di questo pluripremiato angolo di Lanzarote…

 

 

La GERIA (Lanzarote e il vino)

Nella parte nord orientale dell’isola di Lanzarote, è una regione dedicata alla produzione del vino ed è la più grande di tutte le isole Canarie. Tra il 1730 e il 1736 è stata interessata da alcune eruzioni delle quali la lava occupa ancora la maggior parte dei territori.

Oltre il terreno di origine lavica in questa zona si segnala anche la presenza di diversi coni vulcanici.

Particolarità di La Geria: la coltivazione

La particolarità delle coltivazioni di La Geria è che sono fatte nel terreno nero lavico e ciò offre dei paesaggi davvero mozzafiato. Le uve coltivate sono quelle di moscato e malvasia.

Le viti sono circondate da alcuni muretti di pietra che servono per proteggerle dagli Alisei. Nella coltivazione la lava aiuta emettendo il calore fino a pochi centimetri dalla superficie e le ceneri fanno la loro parte donando al vino un sapore unico ed inimitabile.

 

  

 

Parco TIMANFAYA

Il Timanfaya è un grande parco vulcanico che occupa una larga parte della zona meridionale dell’isola. I suoi paesaggi marziani, dai colori rosso metallico o bruno scuro sono un’ attrattiva dall’indubbio fascino per il visitatore.  Le sue atmosfere sono così peculiari che anche il regista cinematografico Stanley Kubrik se ne innamorò e le volle per alcune scene del suo capolavoro, il film di fantascienza “2001 odissea nello Spazio”.

 

E anche il Genio artistico di Cesar Manrique si trovò pienamente a suo agio nella sistemazione artistica di uno scenario così potente ed ispiratore. Lui stesso si occupò di creare un simbolo per il parco, e realizzò la statua El Diablo, un fantomatico spiritello che secondo gli antichi abitanti delle Isole Canarie, le popolazioni Guanches, determinava le eruzioni vulcaniche nell’isola, un tempo ben più frequenti.


 

 

 

 


 

QUOTA DI PARTECIPAZIONE 

 
 Richiedi ai nostri uffici un preventivo su misura   

 

 

Desideri un itinerario personalizzato, pensato ed organizzato in base alle tue esigenze e ai tuoi interessi?

 

RICHIEDI UN VIAGGIO SU MISURA



Ti potrebbero interessare:


Fly & drive che non ti aspetti

CANARIE la Tenerife che non ti aspetti