MYANMAR orizzonti BIRMANI

Dove tutto è ancora magico e intatto come nell' 800


  • La roccia doro in Birmania 2
  • sagaing
  • myanmar
  • PAGODA BAGAN E MONACI
  • mingun 2
  • Pagan Myanmar e1332699728752
  • LAGO INLE PESCATORE
  • MONACI BELLA
  • inle
  • balloons
  • roccia

La Birmania, ora Myanmar, è uno dei paesi più affascinanti e suggestivi del sud est asiatico: le testimonianze di pagode, templi e monasteri che si susseguono tra montagne e villaggi rurali, con un'architettura di ineguagliabile bellezza, dove la religione si mescola alla gentilezza degli abitanti e dove la natura offre paesaggi spettacolari e incantevoli.




Un paese dove tutto sembra rimasto sospeso nel tempo, avvolto da un' incanto mistico

Katia Bimbatti

consulente di viaggi su misura ed esperenziali  
 



Viaggio in MYANMAR 

Dove tutto è ancora magico e intatto come nell' 800.

MNTRAVELGROUP in collaborazione con 


Alla  scoperta di una terra affascinante e avvolta da un incanto mistico..Per scoprire le vere radici dell’Asia, dicono gli amanti di storia, cultura e tradizioni di questo continente, c’è un solo posto dove andare: il Myanmar.

 

 La Birmania, ora Myanmar, è uno dei paesi più affascinanti e suggestivi del sud est asiatico: le testimonianze di pagode, templi e monasteri che si susseguono tra montagne e villaggi rurali, con un'architettura di ineguagliabile bellezza, dove la religione si mescola alla gentilezza degli abitanti e dove la natura offre paesaggi spettacolari e incantevoli.

 

Un Paese che va visitato in fretta, prima dell'invasione dei maniate occidentali e del turismo di massa. Prima che vadano perse la maestosa bellezza di paesaggi e pagode e la dolcezza della gente..

  

Mosaico di 135  etnie, facenti capo a molteplici ceppi linguistici, che popolano il più vasto territorio di questo angolo di mondo. Sono diversi gli uni dagli altri, ma convivono da lungo tempo, dando vita ad un articolato sistema di culture, lingue e modi di vivere. 

 

  Per info e quotazioni su questo viaggio clicca qui

 

 

  Pur lasciando intatte le sue caratteristiche e le sue tradizioni, dal 1989 il paese si chiama Myanmar, nome che ha sostituito quello di Birmania, con il quale è stato conosciuto per anni e che aveva avuto origine dalla parola "Baarma", ovvero grandi anime. La capitale oggi non è più Rangoon, ma Yangon: grandi cambiamenti che però non toccano l'essenza del Paese, il fervore religioso della popolazione, le espressioni di una cultura dalle mille facce.

 

 Sull'onda del cambiamento la Birmania si è aperta al mondo. 

  

Quello che era una volta un paese inaccessibile ai visitatori, oggi si è svelato, regalando a tutti la possibilità di ammirare i tesori incastonati nelle guglie sfavillanti delle sue pagode, di leggere le pagindel  "libro più grande del mondo",  come viene chiamata la Pagoda Kuthodaw di Mandalay (729 lastre di marmo sulle quali  sono scolpite le scritture buddiste)

 

 di raggiungere uno dei luoghi più sacri del Myanmar:  la Roccia d’Oro.

 Questo  masso nel Myanmar del sud è in equilibrio per un pelo. Anzi, per un capello: si narra infatti che alla base si trovi un capello del Budda portato in dono al re da un eremita (XI sec.) .

 

 

La leggenda nacque probabilmente quando i primi uomini videro la gigantesca roccia, alta 25 metri, sospesa nel vuoto e pensarono che a tenerla in equilibrio dovesse essere qualcosa di miracoloso. Per questo circa 2000 anni fa vi edificarono sopra una pagoda (la Kyaiktiyo). Ogni anno buddisti di ogni parte si radunano qui a migliaia. E prima di pregare attaccano sottili foglie d'oro puro alla roccia, chiamata per questo Golden Rock (o roccia d'oro). Un gesto forse un po' costoso ma comune nella tradizione buddista, con cui i pellegrini mostrano devozione al Budda e sperano di avere in cambio un po' di fortuna.                          Il precario equilibrio tra le due rocce stupisce anche il più laico dei viaggiatori. 

 

  Scoprire Bagan, l'antica capitale, la prima dell'attuale Myanmar la città gioiello della cultura birmana. La favolosa area si trova nella  regione del Mandalay, nel cuore del Paese, 600 km a Nord di Yangon.

 

 Una piana di 100 km quadrati, stipata di oltre 2.500 templi e monumenti buddisti costruiti tra il X e il XIV secolo, vestigia della capitale del Regno di Pagan, il primo ad unificare quella terra in uno Stato. 

 

 Un luogo non ancora universalmente noto ma  sicuramente paragonabile alle più celebrate archeoicone del pianeta.

 

  Il  lago Inle ci stupisce con i suoi paesaggi e la sua maestosità che custodische tradizioni magiche e ancestrali tra villaggi galeggianti e mercati coloratissimi. Si incunea per 22 chilometri fra due catene montuose che raggiungono i 1500 metri. Un mondo d’acqua con un unico mezzo di trasporto, le lance a motore.

 

 Si  naviga sfiorando giardini galleggianti e  fitti canneti. Intorno, case di legno a palafitta (17 villaggi), pagode bianche che sembrano appoggiate sull’acqua, templi. E i famosi orti galleggianti, fertili barene di alghe e bambù dove cresce il 40 per cento degli ortaggi  birmani.

 

Una delle attrazioni caratteristiche di questa zona sono i pescatori Intha conosciuti in tutto il mondo per il loro modo esclusivo di remare, in quanto non usano le braccia, impegnate a sorreggere le reti di forma conica, ma remano tenendo il lungo remo di legno con una gamba mentre con l' altra mantengono                      l' equilibrio sulla barca. 

Per info e quotazioni su questo viaggio clicca qui 

 


VIAGGIO ESCLUSIVO

GRANDE NOVITA'

Partenza dall' Italia  ogni martedì con volo diretto

 

DAL 30 OTTOBRE 2018 AL 26 MARZO 2019

 

E X P L O R E P L U S

Tour in esclusiva per gli ospiti Francorosso 

Migliore guida locale parlante italiano 

Suggestivo soggiorno al Mountain Top e Golden Rock

Zaino Piquadro firmato Francorosso

 

 

Per info e quotazioni su questo viaggio clicca qui

 

ITINERARIO 

                       

 YANGON, BAGAN, SAGAING, MINGUN, MANDALAY  AMARAPURA,  PINDAYA, INLE, KYAIKHTIYO, BAGO 

 

 1° giorno Italia › Yangon 

Partenza con volo speciale per Yangon. Pasti e pernottamento a bordo.

 

2° giorno › Yangon

All’arrivo trasferimento in hotel e pranzo in ristorante. Nel pomeriggio visita della Pagoda di Shwedagon, il centro buddhista più importante e antico del Myanmar: è ricoperta da centinaia di lamine d'oro e la cima dello stupa è tempestata di diamanti e pietre preziose. Cena e pernottamento in hotel.

 

 

3° giorno › Yangon › Bagan

Prima colazione in hotel. Trasferimento in aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo per Bagan. All’arrivo visita del coloratissimo mercato di Nyaung Oo e di alcuni dei templi più rappresentativi di Bagan: la Pagoda Shwezigon, prototipo di stupa birmano, il maestoso Tempio di Htilominlo e il Tempio di Ananda, uno dei capolavori superstiti dell'architettura Mon. Sosta fotografica a Thatbyinnyu e pranzo in ristorante. Nel pomeriggio visita ad una fabbrica di oggetti laccati, arte antichissima, e ai templi Myinkaba Gubyaukkyi, in stile Mon, Manuha Temple, 

dedicato al re prigioniero e al Tempio di Nanpaya, con le sue raffinate incisioni su pietra. Sosta fotografica al Tempio di Dhammayangyi, il santuario più massiccio di Bagan. Cena e pernottamento in hotel.

 

  

4° giorno › Bagan › Mandalay (280 km)

Prima colazione in hotel. Partenza per Mandalay, antica capitale e oggi centro culturale ed economico del Paese. Visita di Inwa: percorrendo le strade sterrate a bordo di un calesse si potranno ammirare il monastero di Bagaya, costruito in teak e sopravvissuto a guerre e devastazioni, e il Me Nu Oak-Kyaung, monastero di mattoni. Trasferimento a Sagaing e pranzo in ristorante. Partenza per il villaggio di Mingun e visita di Pahtodawgyi, della Mingun Bell e dell’incantevole Pagoda Shinbume. Rientro a Mandalay in barca e sistemazione in hotel. Cena in ristorante e pernottamento.

 

5° giorno › Mandalay › Pindaya › Lago Inle (270 km)

Prima colazione in hotel. In mattinata visita alla pagoda di Khuthodaw, il "più grande libro del mondo", e al monastero di Shwenandaw, costruito interamente in legno teak e finemente intarsiato. Dopo la visita della statua del Buddha Mahamuni, una delle più ricche ed elaborate di tutto il Myanmar proseguimento per Amarapura. Visita del Monastero Mahagandayon, il collegio monastico più importante dove migliaia di monaci risiedono per studiare il buddismo, e del ponte pedonale di legno U Bein lungo ben 1,2 km. Partenza per Pindaya, luogo dal fascino mistico e culla della spiritualità. Pranzo in ristorante in corso di viaggio. All’arrivo visita della Shwe Oo Min Natural Cave Pagoda, all’interno della quale, nel corso dei secoli, i fedeli hanno depositato migliaia di immagini votive del Buddha. Cena in ristorante e partenza per il lago Inle, sistemazione in hotel e pernottamento.

 

 

6° giorno › Lago Inle

Prima colazione in hotel. Giornata dedicata alle visite sul lago Inle, bellissimo lago di montagna, a 900 metri sul livello del mare. Visita al complesso di Indein Pagoda, raggiungibile in barca attraverso lo stretto torrente Inn Thein. Dopo il pranzo in ristorante visita della Pagoda di Phaung Daw U e sosta nel villaggio di tessitura di Inpawkhone. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

 

 

7° giorno › Lago Inle › Heho › Yangon › Kyaikhtiyo (km 240)

Prima colazione in hotel. Trasferimento all'aeroporto di Heho in tempo utile per l’imbarco sul volo per Yangon. All'arrivo proseguimento per la Roccia d’Oro, con pranzo in ristorante in corso di viaggio. Dal campo base di Kin Pun, si prosegue percorrendo strade tortuose a bordo di camion, fino all’enorme masso in bilico sulla cui sommità sorge la pagoda Kyaikhtiyo. Rientro al campo base nel tardo pomeriggio, cena e pernottamento in hotel.

 

 

8° giorno › Kyaikhtiyo › Bago › Yangon (km 175)

Prima colazione in hotel e pranzo in ristorante. Partenza per Bago dove si visiteranno il Buddha Shwethalyaung, una delle più grandi immagini di Buddha reclinato, la pagoda più alta del Myanmar, Shwemawdaw Paya e la Pagoda di Kyaikpun, casa del santuario dei Quattro Santi Buddha. Proseguimento per Yangon. Cena in ristorante e pernottamento in hotel.

 

 

9° giorno › Yangon › Italia

Prima colazione in hotel. In mattinata visita panoramica di Yangon con breve sosta alla Pagoda di Sule. Attraversando le strade trafficate della città si potranno ammirare i magnifici edifici coloniali dall'architettura vittoriana ed edoardiana. Visita del mercato di Bo Gyoke Aung San, con oltre 2000 negozi e la più grande selezione di artigianato e souvenir del Myanmar. Pranzo in ristorante. Al termine trasferimento in aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo speciale per l’Italia.

 

RICHIEDI UNA QUOTAZIONE CLICCA QUI 

 

 


VIAGGIO ESCLUSIVO

 GRANDE NOVITA'

Partenza dall' Italia  ogni martedì con volo diretto

DAL 30 OTTOBRE 2018  AL 26 MARZO 2019

 

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

 per persona in doppia a partire da € 1.790

VOLO + TOUR COME DA PROGRAMMA

 

DURATA 

8 giorni/7 notti

KM PERCORSI 965

VOLI INTERNI 2 , barca e bus  

GUIDA  locale parlante italiano

PARTENZE GARANTITE minimo 2

 

PASTI INCLUSI 

tutte le prime colazioni, 8 pranzi e 7 cene

                                                            

Per info e quotazioni su questo viaggio clicca qui 

 

 

 


VG-FR-CAT 28


Ti potrebbero interessare:


Spiritualità, magia ed acque cristalline

MYANMAR armonia BIRMANA

Natura sorprendente e villaggi fuori dal tempo

MYANMAR autenticità BIRMANA Viaggio esclusivo max 16 persone