Rientrati da... MINORCA un angolo di bellezza ritrovato

Rientrati da... MINORCA un angolo di bellezza ritrovato

Minorca, un angolo di bellezza ritrovato

 

Minorca è un’isola che richiede un minimo di impegno per farsi conoscere davvero… Ma ne vale la pena. L’isola più autentica delle Baleari è un antidoto alle folle di turisti delle vicine Palma di Maiorca, Ibiza e Formentera.

 

Per quanto mi riguarda, è stata una vera rivelazione, scoperta un po’ per caso. Dopo molti viaggi a lungo raggio, questa volta volevo optare per un volo breve e una vacanza di massimo cinque giorni nel Mediterraneo. La scelta è ricaduta su Minorca ed è stata una vera e propria sorpresa.

 

L’isola, è un avamposto di bellezza per i suoi paesaggi unici, le piccole strade che corrono nelle campagne fiorite, i sentieri tra le pinete, le scogliere e le splendide baie che si affacciano su un mare turchese dalle mille sfumature. Non a caso, Minorca è stata dichiarata Riserva Mondiale della Biosfera dall’Unesco.

  

In tanti, anche tra i turisti italiani, la scelgono per una vacanza sole e mare e – nulla da dire – le spiagge sono magnifiche. Ma la bellezza di Minorca merita uno sforzo in più per essere compresa e vissuta fino in fondo, percorrendola ogni giorno alla ricerca degli angoli più belli e caratteristici: paesini di pescatori, parchi naturali, spiagge nascoste e isolate, suggestivi fari, rovine archeologiche e sentieri alla portata di tutti.

 Per il mio alloggio ho scelto un antico casale: una tipica casa rurale della campagna di Minorca, ristrutturata e trasformata in un piccolo hotel con piscina e posizionata strategicamente per esplorare l’isola dall’entroterra alla costa. Minorca offre varie sistemazioni interessanti di questo tipo.

 

Da qui, con la mia auto (prenotata precedentemente dall’Italia) partivo ogni giorno per raggiungere i punti più interessanti per il trekking e camminare, quindi, lungo i sentieri del Camì de Cavalls – un sentiero antico che circonda tutta l’isola - le campagne, le spiagge dal sapore caraibico del Sud e le stupende scogliere del Nord dell’isola, senza naturalmente dimenticare il bellissimo parco naturale di Albufera, che conserva un ecosistema di inestimabile valore.

 Scopri Minorca 

Da vedere, le antiche torri di vedetta che punteggiano tutto il perimetro dell’isola, che un tempo permettevano di controllare la costa. Il Camì de Cavalls è un ottimo punto di partenza per fare delle escursioni a piedi. Si tratta di un cammino del XVIII secolo, che veniva percorso dalle vedette a cavallo.

 

Minorca si distingue dalle altre isole delle Baleari perché – turisticamente parlando – si è sviluppata in modo particolarmente intelligente e rispettoso per il suo magnifico ambiente naturale e per le tradizioni che tuttora la sua popolazione conserva fiera.

 Alla scoperta di Minorca

Gli abitanti di Minorca sono un popolo orgoglioso e ospitale, che parla catalano (o, meglio, un dialetto catalano) e che ha posto le basi del proprio futuro senza cedere alla tentazione del turismo di massa, come hanno fatto invece le “sorelle”  Maiorca e Ibiza. Ha, così, preservato il territorio, rifiutando gli scempi ambientali della speculazione edilizia e ha fatto sì che, oggi, nell’isola si possa ancora godere di un territorio rurale, naturale e protetto, ma al contempo accogliente e servito dalle comodità del mondo moderno, come ottime strade, un aeroporto efficiente, servizi efficienti...

 

Qui si pratica un turismo attivo, una bella abitudine e un modo di fare una vacanza più arricchente per un viaggiatore moderno, attento e rispettoso del luogo che visitaa.

 

Se ti interessa una vacanza a Minorca clicca qui

Se ti interessa scoprire le migliori camminate a Minorca clicca qui 

 

Per scoprire cosa ha da offrire Minorca 

Sito web ufficiale 

 

Minorca Spiaggia