CAMBOGIA alla scoperta dei templi

Tra siti archeologici e tradizioni d'Oriente


  • angkor wat   city of temple 1 by lenita92 d4tntxp
  • Monk%20walking
  • tonle sap lake cambodia
  • 2371887 angkor wat
  • angkor 468 640
  • 116312416 8215796cc3
  • Buddhist monks in front of the Angkor Wat

Centinaia di templi che si stagliano all'orizzonte, colorati mercati che incantano i sensi tra sapori mai provati e deliziosi odori fruttati, una popolazione locale accogliente e ospitale. In Cambogia religione e natura si fondono, dopo essersi rubate e restituite gli spazi l’un l’altra nel corso dei secoli.

Parti quando vuoi



Si rimane colpiti dall'incantesimo di Angkor Wat, ma anche dalle persone nei villaggi.

Annalisa Nuvolari

Consulente di viaggi esperto per viaggi su misura



 Parti quando vuoi e possibilità di estensione del viaggio  
 

Programma che prevede spostamenti con
bus di linea, guide locali nelle aree archeologiche e tempo libero per gestirsi autonomamente


 ANGKOR WAT

La città tempio, che arrivò ad avere un milione di abitanti quando a Londra erano 50.000, è ora un patrimonio dell’umanità.
L’epico skyline di Angkor Wat (1112-1150 d.C.), simbolo della grandezza dell’impero khmer, con le sue torri colossali che sembrano boccioli di loto, il santuario più grande che riproduce sulla terra il mondo degli Dei. Dimenticato e sepolto nella giungla per secoli, finché il naturalista francese Henri Muohot riscoprì quasi per caso Angkor, nel 1860, rimanendone stregato. “Da allora l’impressione è la stessa: un incanto di pietra che racconta storia e miti del mondo khmer, per oltre 500 anni una delle più grandi potenze del Sudest asiatico

 

 

 La Festa delle Acque  

OM TUOK  - Novembre

E’ la grande Festa delle Acque che segna la fine della stagione delle piogge e si celebra con tre giorni di regate delle tradizionali piroghe fluviali che si svolgono in ogni località rivierasca e soprattutto a Phnom Penh dove accorrono oltre due milioni di persone provenienti da tutto il paese. E’ una festa popolare ma anche religiosa con la gente che affolla le pagode per compiere atti di merito che giovino al loro karma.

 

Bicicletta

La Cambogia è un paese fantastico da esplorare per i ciclisti avventurosi. Viste le pessime condizioni delle strade, consigliamo una mountain bike per percorrere i sentieri sterrati che di solito si snodano accanto al manto stradale. Pedalando con calma avrete maggiori opportunità di interagire con la gente del posto. Le biciclette si possono trasportare nei cassoni dei pick-up o sul tettuccio dei minibus. Visitare in bicicletta la zona di Angkor è un'esperienza piacevole, che inoltre può dare meglio l'dea delle dimensioni del sito. Probabilmente presto prenderà piede l'utilizzo della mountain bike nelle province di Mondulkiri(un'area montuosa ricca di meravigliose cascate nella giungla) e Ratanakiri, dato che vi si trovano alcuni bellissimi itinerari. Guesthouse e alberghi in tutta la Cambogia affittano biciclette per meno di due euro al giorno. Qualche altra meta da visitare su due ruote? La bellissima regione di Battambang per esempio o Chi Phat, nei Monti Cardamomi.

 

Gite in barca

 

Con tutta l'acqua che c'è in Cambogia, non sorprende che le escursioni in barca godano di grande notorietà tra i visitatori. Alcune sono funzionali all'itinerario, come i trasferimenti lungo il fiume Tonlé Sap da Phnom Penh a Siem Reap o lungo il Sangker da Siem Reap a Battambang. Durante la stagione delle piogge la portata d'acqua aumenta ancora, soprattutto per quanto riguarda il Mekonge il Tonlé Sap (che raggiunge la larghezza massima), perciò imitate i cambogliani e spostatevi in barca. Il Mekong che scorre nel cuore del paese offre alcune splendide opportunità per scoprire isole tranquille e soggiornare presso famiglie del posto lungo il Mekong Discovery Trail.

 

Trekking e passeggiate

Di norma il trekking non è un'attività associata alla Cambogia, per via della presenza di mine antiuomo, ma va detto che ci sono molte zone del tutto sicure -  compresi i parchi nazionali da poco istituiti - dove si possono fare belle passeggiate. Le province nord-orientali di Mondulkiri e Ratanakiri, con la loro natura selvaggia, le numerose cascate e le minoranze etniche, stanno diventando una delle principali mete della nazione per quanto riguarda il trekking. La Cambogia ha avviato una rete di parchi nazionali dotati tutti di strutture recettive: Bokor, Kirirom e Ream sono tutti mete promettenti per i trekking, mentre nel Parco Nazionale di Virachey e Ratanakiri esistono già itinerari di diversi giorni. Anche Chi Phat e i Monti Cardamomi offrono la possibilità di immergersi nella natura. Angkor si sta affermando come destinazione per tranquille passeggiate tra i templi, che con l'aumento esponenziale del numero di visitatori sono una valida alternativa per godersi un po' di pace. 

 

Snorkelling e immersioni si possono praticare lungo la costa di Sihanoukville; sebbene l'ambiente non sia spettacolare come in Indonesia o nelle Filippine, i fondali turchesi offrono molte attrattive. Per le immersioni consigliamo i siti più lontani, come Koh Tang e Koh Prins (pernottamento in barca). Al largo della costa tra Koh Kong e Sihanoukville ci sono molte zone ancora inesplorate che in futuro potrebbero rendere noto il paese per questo sport. Gli sport acquatici stanno prendendo piede con l'aumento del turismo; le spiagge di Sihanoukville offrono escurisioni in barca, windsurf e kitesurf. A Kampot va di moda lo stand up paddling, perfetto per godersi il panorama del fiume. Un'altra meta? Andate a Kep, sul lungomare, il Sailing Club affitta hobiecat o windsurf per esplorare le acque tranquille lungo la costa.

 

Zip-line 

Le zip-line sono sempre più numerose in Cambogia. La Gibbon Angkor è la più lunga del paese, con 10 linee e la possibilità di vedere i gibboni. La Mayura Zipline è una nuova emozionante avventura sopra la Cascata di Bou Sraa, nella provincia di Mondulkiri; altre zip-line si trovano nell'isola di Koh Rong. Si tratta di un'esperienza piuttosto costosa, però: la Gibbon Angkor costa più di 100 euro per persona e Mayura Ziplina circa 60.

 


1 GIORNO

 ITALIA – CAMBOGIA  

Arrivo a Phnom Penh e trasferimento in hotel. Nel pomeriggio visita del Museo Nazionale, prezioso scrigno che racchiude i capolavori della scultura khmer dal V al XIII secolo e dell’area del Palazzo Reale con la Sala del Trono e del complesso della Pagoda d’Argento. Trattamento: solo pernottamento.

 

 

2. Giorno // Phnom Penh / Siem Reap (km 320)

Trasferimento privato alla stazione degli autobus. Partenza per Siem Reap. Arrivo previsto nel pomeriggio e tempo libero a disposizione per attività individuali o per scoprire in libertà la cittadina custode del grandioso sito di Angkor. Trattamento: prima colazione.

 

3. Giorno // Siem Reap

Intera giornata dedicata alla visita dei templi di Angkor: la più estesa area archeologica del mondo in cui furono classificati 276 monumenti di primaria importanza. Il capolavoro indiscusso dell’architettura e dell’arte khmer è il Angkor Vat con i suoi bassorilievi che offrono la spettacolare testimonianza di un’arte di eccelsa raffinatezza. Le immagini che hanno creato il mito di Angkor si scoprono a Ta Prohm dove le radici di giganteschi alberi avvolgono le gallerie e arbusti germogliano dai tetti di ogni costruzione. Visita della cittadella fortificata di Angkor Thom ed al suo centro il Bayon. Intorno sorgono il Baphuon, l’antico Palazzo reale con il Phimeanakas, la Terrazza degli Elefanti e la Terrazza del Re Lebbroso. Rientro in hotel nel pomeriggio. Trattamento: prima colazione.

 

4. Giorno // Siem Reap

Proseguimento con la visita dei meravigliosi templi
di Angkor, fra cui il Prasat Kravan, il Mebon, il Pre Rup, il Ta Keo e il Thommanon. Dal perfetto rettangolo del bacino del Bagno reale, Srah Srang, inizia il percorso fra i santuari del XII secolo: il monastero di Banteay Kdei, la Cittadella delle Celle; il mistico e silenzioso Ta Som; l’enigmatico Neak Pean ed il grandioso santuario buddhista di Prah Khan, il tempio della Sacra Spada. Rientro in hotel nel pomeriggio.
Trattamento: prima colazione.

 

5. Giorno // Siem Reap / Battabang (km 183)

Trasferimento privato alla stazione degli autobus. Partenza per Battabang. All’arrivo trasferimento libero in hotel e tempo libero a disposizione per ammirare l’eleganza di questa suggestiva cittadina coloniale francese. Trattamento: prima colazione.

 

6. Giorno // Battabang / Phnom Penh (km 330)

Proseguimento verso la stazione e partenza per Phnom Penh con autobus di linea. All’arrivo trasferimento libero in hotel e tempo libero a disposizione per attività individuali facoltative, tra cui consigliamo il Museo del Genocidio di Tuol Sleng e il mercato centrale. Trattamento: prima colazione.

 

7. Giorno // Phnom Penh

Colazione in hotel e trasferimento in tempo utile per l’imbarco sul volo di rientro. Trattamento: prima colazione.

 

 

  NOTA BENE

La Cambogia ha un clima legato ai monsoni e la temperature media annuale è di 27°. I mesi più freddi sono dicembre
e gennaio, mentre marzo e aprile sono i più caldi. Due le stagioni: quella piovosa che va da maggio a ottobre (con temperature fino a 40°) e la stagione secca da novembre ad aprile (con temperature tra i 25° e i 35°).

 

Trasferimenti a bordo di autobus e treni di linea. Guide locali di lingua italiana.

 

Per chi lo desidera, possibilità di estensione facoltativa del viaggio

 

 


QUOTA DI PARTECIPAZIONE (volo escluso)

 Parti quando Vuoi, partenze giornaliere a partire da € 630,00

 

 Desideri un itinerario personalizzato, pensato ed organizzato in base alle tue esigenze e ai tuoi interessi?


RICHIEDI UN VIAGGIO SU MISURA

 

VG-RQ-CAT-97-ESSEN